Hamlet © Cha Gonzalez
Francia 2025 - 2026

ANTIGONE

Photo © Sergi Camara

« Molte sono le cose terribili, ma di tutte la più terribile è l’uomo. » Sofocle

Panoramica

Il gesto di Antigone – gettare una manciata di terra sul corpo del fratello, a cui il re Creonte ha negato la sepoltura – contiene l’essenza stessa dell’atto teatrale: riparare il passato attraverso un’azione nel presente. Quale forma potrebbe assumere oggi questo atto performativo, che collega i vivi ai morti? Come ricostruire quel che la legge dello Stato ha spezzato? Antigone, pensato con artisti in esilio o che hanno vissuto l’esperienza della migrazione, si propone di attualizzare questo atto antagonista e necessario, opponendo al governo degli uomini l’obbedienza ai valori della Terra.

Nell’epoca del “crimine di solidarietà”, delle tensioni identitarie e della fantasia di una “grande sostituzione demografica”, ci sembra indispensabile ricordare alcune leggi universali basate sull’etica e sui diritti umani. La tragedia di Sofocle sarà dunque l’occasione per affrontare alcune domande urgenti: cosa significa veramente essere una comunità? Qual è il patto che lega gli umani, e qual è il limite che questo patto non può superare? E soprattutto, questi legami possono esistere senza essere alimentati da energie spirituali?

Crediti

ANTIGONE
Tratto da Antigone di Sofocle
Regia Luca Giacomoni
Drammaturgia Linda Souakria
Traduzione Paul Mazon
Con (cast da annunciare)

Produzione Hagia Sophia, in collaborazione con l’Atelier des artistes en exil e l’Observatoire des camps de réfugiés.

Défilement vers le haut

Participez à notre campagne de financement pour l’édition du livre Métamorphoses. Matériaux, inspirations, recherche !

Un ouvrage collectif sur la création du spectacle Métamorphoses, créé en partenariat avec la Maison des femmes de Saint-Denis et présenté en 2020 au Théâtre de la Tempête.